Fondazione Banco di Napoli, commissariamento? Non proprio.

gabriele_daniele.jpg

Negli ultimi mesi il presidente della Fondazione Banco di Napoli Daniele Marrama (alla mia sinistra nella foto) è stato infangato in ogni modo.

È stato detto:

a) che l’investimento in BRS era illecito;

b) che sarebbe automaticamente decaduto dalla carica di Presidente della Fondazione per incompatibilità evidente con la presidenza delle banche;
c) che avrebbe fatto avere contributi a realtà nelle quali avrebbe avuto interessi personali…
La relazione ispettiva del MEF ha smentito tutte queste nefandezze.

Gli ispettori non hanno rilevato alcuna grave irregolarità.

Tanto è vero che quello che è stato disposto dal MEF non è uno scioglimento ex art. 11 comma 1 del decreto legislativo n. 153 del 1999 ma una sospensione ex art. 11 comma 9.

L’unico fine della sospensione è superare il momento di impasse del Consiglio Generale.

Commento non disponibile in questo momento.

powered by wordpress - progettazione pop minds