“Dialettica, dialogo e scontro nella trasformazione del territorio”

Torino, 1 luglio 2008, XXIII Congresso Mondiale degli Architetti

uia_torino_2008.jpg

La crescente correlazione globale tra la necessità di migliorare la qualità dei processi decisionali delle organizzazioni pubbliche, private e sociali nel formulare le loro politiche e la crescente domanda degli stakeholders delle capacità e competenze da includere in questi processi per accelerare i tempi d’implementazione delle decisioni è il tema che Unione Internazionale degli Architetti, Global Alliance for Public Relations and Communication Management, Ferpi e Assorel hanno scelto per la sessione tematica sulla funzione delle relazioni pubbliche che è in programma a Torino, martedì 1 Luglio, dalle 9.00 alle 13.00, nell’ambito del XXIII Congresso Mondiale degli Architetti, presso il Centro Congressuale Lingotto – Via Nizza, 294.

Autorevoli professionisti, architetti e relatori pubblici, ma anche politici e professori universitari si confronteranno su uno dei fenomeni di maggiore attualità discutendo di “NIMBY. Social dialogue and conflict in the transformation of landscape” (Dialettica, dialogo e scontro nella trasformazione del territorio).

Il programma del workshop, prevede due sessioni consecutive. La prima sessione sarà presentata e moderata da Toni Muzi Falconi, senior counsel di Methodos e Professore aggregato alla New York University e alla Lumsa di Roma nonché delegato alle relazioni internazionali di Ferpi e neo presidente della Commissione ricerca sulle relazioni pubbliche globali dell’Institute for public relations, e prevede la partecipazione di quattro key-speaker rappresentativi di diversi ambiti professionali:

- Ricky Burdett (London School of Economics) – “UK, l’architetto come comunicatore”

- Paolo Costa (Presidente della Commissione Trasporti al Parlamento Europeo e responsabile del processo di ristrutturazione della base aerea statunitense a Vicenza)

- Luigi Bobbio (Università di Torino) – “Italia: i processi decisionali inclusivi”

- Liviu Muresan (Executive President Risc Foundation) – “Romania: l’‘impatto dell’architettura e della comunicazione sull’incremento della violenza urbana”

La seconda sessione sarà presieduta da Anna Martina, Direttore della comunicazione del Comune di Torino e prevede la presentazione di quattro case history tra le più rilevanti a livello internazione.

La TAV in Val di Susa – Mario Virano, commissario dell’Osservatorio Tav-Val di Susa

- La Metropolitana di Nuova Delhi – Anui Dayal, responsabile relazioni pubbliche della Delhi Metro Rail Corporation

- Rio de Janeiro – Manoel Ribeiro, architetto, consulente Unesco e attivista sociale

- Il Palazzo Piano di Torino – Vittorio Meloni, direttore della comunicazione di Intesa San Paolo

Lingue: Inglese, Francese e Italiano (è prevista la traduzione simultanea)

L’evento è organizzato dall’Unione Internazionale degli Architetti, da Global Alliance for Public Relations and Communication Management (www.globalpr.org), Ferpi – Federazione Relazioni Pubbliche Italiana (www.ferpi.it) e Assorel, associazione italiana delle agenzie di relazioni pubbliche a servizio completo (www.assorel.it).

La partecipazione permette l’acquisizione di 50 crediti formativi Ferpi

Per i soci che vorranno trattenersi anche il giorno successivo, il 1° luglio, per partecipare alla sessione tematica sulle relazioni publiche del Congresso Mondiale degli Architetti Ferpi sta mettendo a punto un ‘Pacchetto Torino’ che prevede la possibilità di un “itinerario” interessante di Torino e soprattutto la partecipazione ad eventi, mostre e convegni previsti nel programma di “Torino Capitale mondiale del Design” che si terranno nei giorni precedenti e successivi l’assemblea.
——————————————————————————–

Paolo Costa, italiano, è presidente della Commissione per i Trasporti e il Turismo al Parlamento Europeo, commissario incaricato dell’‘espansione della base militare americana a Vicenza ed ex sindaco di Venezia.

Ricky Burdett, britannico, è professore di Architettura e Urbanistica alla London School of Economics, chief advisor per l’architettura e l’urbanistica per le Olimpiadi di Londra del 2012 e direttore della Biennale di Architettura 2006 a Venezia.

Liviu Muresan, rumeno, è presidente della Risk Foundation (European Institute for risk, security and communication management) e membro dello European Security Research and Innovation Forum (Commissione Europea).

Luigi Bobbio, italiano, è professore di Analisi delle Politiche Pubbliche all’Università di Torino e tra i maggiori ricercatori e analisti dei processi decisionali inclusivi.

Manoel Ribeiro, brasiliano, architetto, da lungo tempo consulente dell’Unesco per programmi rivolti ai giovani delle Favelas di Rio de Janeiro e attivista sociale.

Vittorio Meloni, italiano, direttore delle Relazioni Esterne di Banca Intesa San Paolo.

Anui Dayal, indiano, responsabile Relazioni Pubbliche della Delhi Metro Rail Corporation.

Mario Virano, italiano, architetto, Commissario dell’Osservatorio per la Val di Susa.

Commenta

powered by wordpress - progettazione pop minds