“Falsi poveri, evasori e lobbisti” sentenzia L’infedele

lerner_debenedetti.jpgAncora una volta non si perde l’occasione per generalizzare. E generalizzare significa banalizzare, ed è proprio ciò di cui non abbiamo bisogno. Ieri (16/01/12) in prima serata L’Infedele - la trasmissione di Gad Lerner (nella foto* con l’ing. Carlo De Benedetti) titolava così “Falsi poveri, evasori, lobbisti”. Non intendo dilungarmi troppo sul giusto risentimento, anche molto garbato, e sul dispiacere che tanti professionisti del lobbying registrano ogni qual volta i media accomunano i lobbisti ai malfattori, ai corruttori, agli evasori adesso, e chissà a cos’altro nel prossimo futuro. A fronte di migliaia di professionisti, ci sarà pure qualche mela marcia, come in tante altre categorie professionali. Ma in Italia è di moda criminalizzare interi settori per responsabilità di pochi e tacere sui tanti buoni esempi e azioni che vengono quotidianamente compiuti. Fra l’altro, la nostra Associazione “Il Chiostro” è impegnata da tempo per avere una legislazione ad hoc. Ma sembra che interessi poco.
Verrebbe da pensare che c’è una lobby che non vuole la trasparenza delle lobby!!!
Ci dispiace che anche La7 sia caduta nella trappola mediatica ad effetto banalizzante. Ci dispiace ancor di più che non si senta la necessità di dar voce ai tanti lobbisti per bene che operano in questo Paese. Confidiamo nel futuro.

fonte: Associazione Il Chiostro per la trasparenza delle lobby
* la foto è tratta dal sito Dagospia

Commento non disponibile in questo momento.

powered by wordpress - progettazione pop minds