Cronicità, multipatologia e diseguaglianze sociali tratto dall’Osservatorio ARNO del Cineca

gli-anziani_italia2018.png 

La popolazione over 65 anni rappresenta il 23,6 % della popolazione ma assorbe, proprio per la sua complessità, il 55,4% della spesa sanitaria. In Italia, per la prima volta negli ultimi decenni si è assistito ad un calo demografico della popolazione residente, soprattutto per effetto del ridotto numero di nascite. Per contro, sono aumentati i cittadini over 65 anni e soprattutto i “grandi anziani” (over85 anni). Negli ultimi 15 anni si è avuto infatti un aumento del 7% dell’età media della popolazione residente in Italia ed un aumento del 25% nell’indice di vecchiaia.

Un importante indicatore per valutare lo stato di salute di una popolazione è la diffusione delle patologie croniche, soprattutto in un contesto, come quello italiano, caratterizzato da un elevato invecchiamento della popolazione e la cronicità aumenta fortemente con l’aumentare dell’età. 

cronicita.png

comorbilita.png

Le comorbilità nella popolazione aumentano con l’aumentare dell’età. Come si evince da questo grafico, negli over 65 anni il 44% di pazienti ha la presenza contemporanea di 4 o più patologie croniche.

comorbilita-anziani.png

anziani_comorbilita.png

fonte:  Libro bianco: La Sanità italiana dopo l’emergenza Coronavirus La proposta dell’Associazione Scientifica Sanità Digitale ASSD - ASSD

Commento non disponibile in questo momento.

powered by wordpress - progettazione pop minds