Il Futuro di Internet

 davide_casaleggio.gif

di Davide Casaleggio

Al suo decimo compleanno Google ha fatto il punto sull’evoluzione di Internet e le tendenze in atto facendo parlare i propri esperti.

itgrow.gifNei prossimi dieci anni il 70% della popolazione mondiale avrà accesso ad Internet (grafico Host internet in Italia come % dell’Europa
1990-2007
tratto da gandalf.it) tramite i più diversi dispositivi con velocità che arriveranno a gigabits per secondo. Ogni dispositivo conoscerà la sua posizione logica e geografica e potrà comportarsi di conseguenza.

Il futuro di Internet passerà attraverso i cellulari. Ci sono voluti 100 anni per il telefono fisso per propagarsi in oltre l’80% dei Paesi nel mondo. Il cellulare lo ha fatto in 16 anni. I cellulari avranno un arsenale di sensori per capire meglio la realtà in cui si trovano, tutti potranno partecipare alla generazione di contenuto con foto, email, testi, blog.

Nel 2019 la potenza dei processori sarà da 50 a 100 volte più alta. La nuvola di risorse di elaborazione e di dati e content on line crescerà rapidamente per molto tempo. La possibilità quindi di creare enormi set di dati e di poterli interpretare permetterà di comprendere e risolvere problemi complessi, come la mappatura dello spazio tramite il progetto Large Synoptic Survey Telescope.

Le reti elettriche faranno parte dell’universo delle informazioni di internet. Le misurazioni scientifiche e le sperimentazioni saranno postate on line in database condivisi. Archivi come “Predict and Prevent” permetteranno di dare soluzione a pandemie ed evitare crisi globali.

La democratizzazione delle informazioni permetterà sempre più anche alle piccole imprese di accedere alla tecnologia. Una rivoluzione non da poco se si considera che le PMI oggi creano tra il 60 e l’80% dei nuovi posti di lavoro (negli Stati Uniti).

– Il settore dei video ha già eliminato la differenza tra amatoriali e professionisti. Oggi ogni minuto vengono caricate 13 ore di filmati su YouTube. Presto sarà possibile vedere questi video su qualunque supporto e media di cui disporremo.

Per i nostalgici Google ha anche messo a disposizione il suo motore di ricerca sull’Internet nel 2001.

tratto da: casaleggio.it
 

Potrebbe anche interessarti...

Articoli popolari

Questo sito utilizza cookie tecnici necessari per il funzionamento. Non vengono utilizzati cookie di terze parti. Accettando autorizzerai all'uso dei soli cookie tecnici. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi