Panasonic e Università Campus Bio-Medico di Roma hanno presentato nuovo software per tracciabilità farmaci in reparto

exposanita-2010-bologna-470.png

Un software di facile utilizzo che dimezza i tempi di richiesta e attribuzione contabile di farmaci e altri prodotti utilizzati in reparto e ne rende tracciabile il percorso, dai depositi della Farmacia al letto del paziente: sviluppato dagli informatici dell’Università Campus Bio-Medico di Roma con Panasonic Toughbook, che lo ha integrato nel proprio dispositivo tablet CF-H1 Mobile Clinical Assistant (MCA).

Oggi, nell’ambito del Workshop “Wireless, mobilità e RFID”, organizzato da Panasonic Thoughbook insieme alla School of Management del Politecnico di Milano, interverrà l’Ingegner Andrea Biasiol, Responsabile dei Sistemi Informativi dell’Università Campus Bio-Medico di Roma, che hanno realizzato l’applicazione software, operativa già da alcuni mesi nei reparti del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico.

Grazie all’utilizzo del nostro software e alle caratteristiche di mobilità del Toughbook CF-H1 – ha spiegato l’Ingegner Biasiol – la gestione dei processi clinici all’interno dei nostri reparti è notevolmente migliorata. Questo dispositivo ha consentito di gestire l’attribuzione contabile di farmaci e prodotti in reparto mediante una semplice lettura di codici a barre, effettuata direttamente al letto del paziente”.

Il dispositivo è connesso alla rete wireless del Policlinico Universitario Campus Bio-Medico e consente l’invio istantaneo delle informazioni sullo ‘scarico’ dei singoli farmaci e presidi utilizzati dalle infermiere in reparto. I dati sono immediatamente consultabili dalla Direzione Sanitaria e dai responsabili del Servizio di Farmacia. Gli stessi infermieri sono in grado, in ogni momento, di controllare lo stato di avanzamento delle richieste di reintegro dei prodotti necessari al reparto e diventa notevolmente più semplice seguire il percorso compiuto da ciascun prodotto adoperato dagli operatori sanitari, con risvolti positivi anche nella gestione economica dell’assistenza sanitaria.

I dati di una recente ricerca condotta dall’Osservatorio ICT in Sanità della School of Management del Politecnico di Milano indicano che entro il 2010 oltre il 90% delle strutture ospedaliere interessate dallo studio utilizzerà tecnologie senza fili a supporto della Cartella Clinica Elettronica: l’avvento generalizzato del wireless, tecnologia che consente il funzionamento del supporto sviluppato da Università Campus Bio-Medico di Roma e Panasonic Toughbook, potrebbe dunque mettere a disposizione di infermiere e operatori sanitari un utile strumento per la gestione dell’assistenza negli ospedali del futuro.

fonte: Ufficio stampa Campus Bio-Medico

Potrebbe anche interessarti...

Articoli popolari

Questo sito utilizza cookie tecnici necessari per il funzionamento. Non vengono utilizzati cookie di terze parti. Accettando autorizzerai all'uso dei soli cookie tecnici. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi